Gli Strumenti nella Danza Egiziana

Inserito il 18/01/2007

Nella musica araba esistono strumenti molto antichi propri della cultura rurale Egiziana o della musica classica colta ed altri inseriti e modificati successivamente, come la tastiera, il saxofono, la fisarmonica, utilizzati nella musica popolare baladi.

STRUMENTI A CORDE

Oud QUANUN RABAB
OUD QUANUN RABAB
  • OUD: (significa “legno”) è un liuto con il manico corto e senza capotasti, è lo strumento più diffuso e definito”principe degli strumenti”, giunto anche in Europa nel Medio Evo; Nel corso del tempo è stato modificato con l’aggiunta di una quinta corda da un musicista, Ziryab, mentre oggi vi troviamo cinque corde doppie. E' suonato pizzicandolo con una penna. Viene usato  nella musica colta.
  • QANUN: Discendente dell’arpa, nella musica araba lo possiamo trovare dal x secolo. Ha una forma a trapezio ed è provvisto solitamente di 72 corde, pizzicate con entrambe le mani tramite dei plettri fissati agli indici e suonato tenendolo appoggiato orizzontalmente sulle gambe.
  • RABAB Violino tradizionale della musica rurale egiziana.: E’ utilizzato nella musica folkloristica, è uno strumento a due corde con una piccola cassa di risonanza, viene tenuto verticalmente sulle gambe suonato con un archetto.
  • VIOLINO (kamanjah) Il violino occidentale è utilizzato anche nella musica araba, nello stile classico e a volte nela musica popolare.

STRUMENTI A PERCUSSIONE

REQQ DAF  
RIQQ DAF TABLA BALADI
DARBOUKA DOHOLLA CIMBALI
DARBOUKA DOHOLLA CIMBALI
  • REQQ: Tamburello a cornice, solitamente di 10 cm di diametro, con coppie di piattini metallici; usato nella musica colta e nella musica sufi.
  • DAF: Tamburo a cornice, a volte con piattini;
  • DARBOUKA: E’ una percussione a calice e può essere di terracotta o metallo; è tra le più diffuse nel mondo arabo e la ritroviamo nella musica classica, popolare e folk. (corso di darbouka)
  • DOHOLLA: Tamburo a calice simile alla darbuka ma di dimensioni maggiori.
  • CIMBALI: O sagat, sono piattini in lega tenuti con elastici nel pollice e medio di entrambe le mani e usati come accompagnamento sui diversi ritmi.Vengono usati in tutti gli stili.
  • TABLA BALADI: strumento a percussione utilizzato per lo più nella musica shabi.
  •  MAZAR O TAR: strumento a percussione a  metà tra un daf e un riqq... piu o meno :)

STRUMENTI A FIATO

NAY ARGHOUL MIZMAR
NAY ARGHOUL MIZMAR
  • NAY: Strumento molto antico, si pensa utilizzati fin dall'epoca faronica, composto da un'unica canna ,  con sette fori,di cui uno nella parte inferiore; lo possiamo trovare di diverse lunghezze, anche fino a 80 cm. viene utilizzato in tutti gli stili e anche nella musica sufi.
  • ARGHOUL: Anche l’arghoul è probabilmente molto antico ed appartiene alla musica sha’abi; è composto da due canne legate assieme, una delle quali fa da bordone mentre l’altra esegue la melodia; si suona tramite la respirazione circolare.
  • MIZMAR: Si può paragonare all’oboe, ha sette fori davanti e uno dietro, si suona anch’esso con la respirazione circolare ed è uno strumento tipico del folklore egiziano, di solito suonato in gruppi (2 o 3 mizmar).

 

Non sono gli unici strumenti usati nel mondo arabo. per maggiori informazioni vi invito a visitare  i seguenti siti:

 

 © Reintegra Danza - E' vietata la riproduzione anche parziale

Forse ti interessa ...

16/10/2007 - PERCHè LA DANZA DEL VENTRE

La danza, in generale, possiede un aspetto magico, forse più di tutte le altre forme d’arte, in quanto permette di oltrepassare il controllo mentale, liberarsi dei pensieri e andare oltre, concentrandosi sulla propria presenza e sul proprio essere. Con la danza possiamo esprimere le nostre emozioni, il nostro carattere e aumentare la nostra capacità di sentire e percepire attraverso il corpo, tutto ciò che ci circonda; sicuramente è uno strumento molto potente per affermarsi, riscoprirsi e capirsi. Muove l’energia del nostro centro e permette di farla circolare meglio, in tutto il corpo.

01/01/2013 - NOTE STORICHE, OBIETTIVI E CONDIVISIONI SULLA DANZA A FORLI

Danzare e' meraviglioso, a prescindere da cosa si danza. Libera le energie, mette in contatto tutti i piani dell'essere e stimola la fantasia. Fa in modo che la persona con il tempo, provi quella che viene chiamata 'armonia'. L'armonia e' cio' che viene definita da Lowen (padre della Bioenergetica) la completa partecipazione di tutto il corpo, connesso e 'vivo' , insieme alla mente, emozioni e anima.

CORSO DANZA DEL VENTRE FORLI

Perché le persone dovrebbero partecipare a un corso di danza del ventre? Il corso di danza del ventre a Forlì proposto da Sara ...