Corso Serale

Meditazione Osho

Meditazione Osho

Partiremo dall'analisi etimologica della parola Meditazione.

La parola sanscrita per indicare la meditazione è dhyana ma in nessun altra lingua esiste una parola che abbia lo stesso significato. In nessun’altra lingua quell’esperienza era stata tentata, né si era sperimentato lo stato dell’essere che essa denota. Nell'occidente di Aristotele, del "cogito ergo sum", "penso quindi sono, è semplicemente incomprensibile lo stato dell'essere, la posizione esistenziale che il termine Dyhana racciude nella sua essenza, e cioè uno stato in cui "esisto senza pensare", uno stato di "non-mente".
 
Il mio approccio è ispirato al lavoro di ricerca e sperimentazione attivato dal maestro indiano OSHO e portato avanti dal meravoglioso circo di pazzi ricercatori di cui faccio parte ormai da anni. 
 
In una frase descrivo il punto cardine del mio approccio:
 
"IO MI FERMO DOVE L'ANIMA, QUALSIASI COSA SIA, DIVENTA CORPO. LE TECNICHE CHE PROPONGO PORTANO FINO A QUEL PUNTO, POI OGNI ESPERIENZA È PERSONALE E TALE DEVE RIMANERE" 
 
Con questa frase intendo spiegare che il mio approccio alla meditazione è di tipo psicologico ed esoterico. Attraverso le tecniche per favorire lo stato di Meditazione noi esseri umani abbiamo la possibilità di percepire noi stessi a monte della nostra personalità. Possiamo osservare le nostre emozioni, i nostri pensieri ed il nostro corpo con le sue sensazioni come qualcosa di periferico, di cui essere pienamente responsabili ma dal quale non essere dominati.
Il primo passo, per chiunque voglia sperimentare lo stato di Meditazione, è creare in se stesso/a una psicosintesi funzionale. Attraverso le tecniche, abbiamo la possibilità di creare e rafforzare un centro di osservazione stabile nella nostra psiche, dal quale essere maggiormente padroni del nostro mondo interore ed esteriore e attraverso il quale ipoteticamente, essere in contatto con l'energia dell'universo che è AMORE.
 
Di questa energia però è deleterio parlarne per cercare di descriverla agli altri che non l'hanno sperimentata. La mente, in particolare quella occidentale, è portata alla sublimazione e il rischio è che, come è purtroppo accaduto in buona parte del mondo New Age, le persone si riempiano la mente di nuove forme pensiero colorate ed esotiche piuttosto che vivere responsabilmente la loro trasformazione attraverso le tecniche. 
 
Durante quasta serata parlerò di questo e altri argomenti e insieme sperimenteremo alcune tecniche ispirate al lavoro di OSHO.

Tutti gli orari

ORARI

 Mercoledì dalle 21.15 alle 22.45

Vai alla scheda di Bazzotti Enrico Anaam

Bazzotti Enrico Anaam

Bazzotti Enrico Anaam

Animatore sociale e culturale professionale, esperto di Counseling transpersonale integrato, insegnante di tecniche per la promozione dello stato di Meditazione, facilitatore di percorsi di ricerca interiore e spirituale. Istruttore professionale di Fitness, allenatore fisico, mentale ed emotivo per il miglioramento delle relazioni con se stessi, gli ...

INFORMAZIONI

- inviaci una mail

Torna su