12 Maggio - Cantsilena in concerto a Khatawat !!!

12 Maggio - Cantsilena in concerto a Khatawat !!!

Potremmo definire le sonorità che tocchiamo come un tentativo di innestare i linguaggi modali e ritmici delle tradizioni musicali non europee, specialmente di derivazione turco-ottomana e centrasiatica, su una ricerca melodica originale

Gli strumenti usati sono cordofoni come l’ud turco, il robab afghano, il saz, e altri strumenti provenienti dal mondo delle musiche modali orientali, accanto a sperimentazioni come il Tarhu e la lira di creta con corde di simpatia, strumenti concepiti da Ross Daly.

Nella nostra musica ognuno degli strumenti usati conserva il linguaggio modale e le tecniche espressive che gli sono propri, cercando di comporre coerentemente ad essi. Il lavoro compositivo si innesta sulla conoscenza dei linguaggi musicali tradizionali che padroneggiamo, cercando di trovare nuove soluzioni all’interno dei loro sistemi di regole stilistiche.

Per noi “riportare alla vita” i testi suddetti significa innanzitutto non imbalsamarli in stilemi “world” o “folk”. Cercare di tenerne vivo il fuoco interiore, piuttosto che adorarne le ceneri.

Cantisilena

Alberto Ferraro (voce, corde) - Peppe Frana (corde,percussioni) - Paolo Rossetti (percussioni, voce)

Info e prenotazioni

  • Sabato 12 Maggio 2012
  • Inizio concerto ore 21
  • Ingresso 10€ (8€ soci khatawat)
  • Prenotazioni: info@khatawat.it - 3409588717 (Paolo)

La storia

I componenti del gruppo si incontrano nel settembre 2009 in occasione della realizzazione della colonna sonora dello spettacolo “E ritornammo sul cammino” dell'attrice veneziana Marina Furian, una piéce di commedia dell'arte itinerante che viaggerà a partire dalla primavera del 2010 ripercorrendo le tappe del cammino di Santiago. L'immediata sinergia e la quantità di materiale accumulato durante questo incontro artistico ci ha convinto di proseguire nella direzione intrapresa. Così nasce Cantsilena: una cantilena, una nenia senza tempo o il canto di un fauno (sileno). Nel maggio del 2010 viene pubblicato l’album “Lungu Sonnu”, prodotto dalla label romana Helikonia Factory, presentato a Roma con un concerto al Piccolo Teatro dell’Assurdo. Nel settembre 2010 il gruppo allestisce una performance teatrale e musicale all’interno del sito archeologico delle domus del Celio. Nell’inverno 2010 il gruppo vince il concorso “suonare a Folkest” e si esibisce a Spilimbergo nell’agosto 2011 sul palco del prestigioso festival ricevendo il plauso del  pubblico e della critica specializzata. Attualmente i Cantsiléna lavorano alla realizzazione del secondo lavoro discografico che vedrà la luce nei primi mesi del 2012. 

I testi

La gran parte del materiale testuale attinge da una decennale ricerca di Alberto Ferraro attorno alla tradizione orale contadina veneto-campana. Ci proponiamo di recuperare un repertorio lirico rimasto sommerso nonostante i vari revival della musica popolare composto da filastrocche, cunti, “filò”, cercando di enfatizzare attraverso la messa in musica gli aspetti simbolici e la potenza rituale e “teatrale” di queste vere e proprie “preghiere alla terra” cantando d'amore, di morte, del cielo, della terra e della passione. Tutto il materiale raccolto viene rielaborato creativamente ed adattato alle esigenze metriche e melodiche delle musiche originali. Ricerca e scrittura si affiancano e si completano e accanto al materiale tradizionale (di cui sentiamo il dovere ad ogni occasione di indicare la fonte e raccontare la storia) proponiamo liriche originali scritte da Alberto Ferraro e Paolo rossetti. Crediamo nella memoria come strumento di unica difesa, nella ricchezza del linguaggio come fonte inesauribile di conoscenza. Crediamo nella forza dirompente del dialetto, nel suo essere ancora oggi custode di ricchezza multiforme, autenticità e tradizione.

Rassegna stampa online

Altre info

VIDEO



Io penso ...