Spartiti per Scutari Orkestra a Khatawat !!!

Per chiudere in bellezza l'open day di gennaio, abbiamo invitato a suonare la "Spartiti per Scutari Orkestra" al Centro Khatawat, per un concerto dove potrete ascoltare e ballare le musiche dell'est europa tra le quali spiccano i brani della tradizione di Scutari (Albania) giunti fino a noi grazie alla meticolosa ricerca etnomusicologica svolta 40 anni fa da Tonin Zadeja e Tonin Daija.

Spartiti per scutari orkestra

Scarica il PDF del volantino

INFORMAZIONI SUL CONCERTO

  • Domenica 11 Gennaio - Inizio ore 21
  • Biglietto 5€ (Soci Khatawat e Casa del Cuculo 4€)
  • Tessera ARCI obbligatoria
  • Posti limitati
  • Per info/prenotazioni: 349.6666929

VIAGGIO IN SCUTARI

dal sito della banda ... (clicca qui per info)

La Spartiti per Scutari Orkestra nasce da un laboratorio aperto sulle musiche dell’Est (Viaggio in Scutari) che prende vita dall’incontro tra un fisarmonicista di fama e di cuore, un violinista agitato e professionale, ed una casa abitata e abitabile in cui si trovano in ogni angolo la sede e la sete di un’associazione.  

  • Bardh Jakova: fisarmonicista originario di Scutari, diplomato nel suo paese e a Pesaro con Sergio Scappini, insegna al Centro Musicale Ca’ Vaina di Imola, e ama la cucina romagnola;
  • Gioele Sindona: violinista nato e cresciuto in Romagna, diplomato al conservatorio B. Maderna di Cesena, insegna alla Casa del Cuculo e ama le donne;
  • Casa del Cuculo: un luogo fisico nelle colline di Fratta Terme in cui sono nati progetti, incontri, gruppi musicali, orti, bambini, feste, confronti, sogni terreni e sogni impossibili e sono stati tutti raccolti da un’associazione che porta lo stesso nome della casa.

Il laboratorio è in seguito cresciuto sia nella voglia di condividere e conoscere la cultura albanese, in particolar modo scutarina, attraverso le sue espressioni musicali, sia nell’intenzione di tutti i partecipanti di convivere e incontrarsi vivendo assieme un percorso di approfondimento che non si limita ad un’esperienza prettamente musicale. 

La banda musicale nata da questo progetto porta il nome Spartiti per Scutari ed è una formazione aperta i cui componenti provengono tutti dal laboratorio e hanno tutta l’intenzione di rendere il pubblico che incontrano partecipe dell’esperienza che stanno vivendo.

Attualmente la musica che la banda suona è intonata dai seguenti strumenti: Voci, fisarmoniche, violini, viola, violoncello, clarini, chitarre, buzuki, basso, tapan, darbuka, e altre percussioni.

VIDEO

Io penso ...